Aggiornamento sul Riverboat

È incredibile, ci troviamo in Mannheim a due settimane dal termine di questa meravigliosa esperienza, cercando di rimanere concentrati sulle cose da fare in questa città, con la mente che vaga tra i recenti ricordi e i prossimi impegni. È una cosa fisiologica, tipica delle esperienze medio-lunghe, ma il programma con le chiese locali di Mannheim è fitto e vogliamo finire alla grande per la gloria di Dio.

Nell’ultimo mese e mezzo, siamo stati a Bonn, Mainz (Magonza) e a Strasburgo, e migliaia di persone sono passate nell’Escape Room e per il Riverboat Café.

Al termine di ogni esperienza, in genere mentre si naviga per raggiungere la prossima destinazione, ci si ritrova come comunità per pregare e per condividere ciò che in gruppo o singolarmente si è vissuto. Sono tante le storie che testimoniano l’impatto potente che questo ministero ha avuto finora a diversi livelli. Molti credenti di svariate chiese si sono trovati, durante l’esperienza dell’Escape Room, a condividere il Vangelo per la prima volta; in Strasburgo per la prima volta, i rappresentanti di alcune chiese evangeliche si sono riuniti e hanno collaborato assieme per organizzare una serata di preghiera e adorazione!

A livello personale e di Chiesa, sono successe tante belle cose che avranno un impatto che resterà a noi in gran parte sconosciuto, ma non a Dio Padre, Colui che conosce ogni cosa e opera nei cuori attraverso dettagli e circostanze.

OM Riverboat

Siamo anche stati testimoni di miracoli, come quando durante la tempesta di vento del 15-16 gennaio che per la prima volta nella storia a costretto alla chiusura porti, aeroporti e stazioni ferroviarie in Olanda e in nord Europa, dovevamo attraccare alla banchina con venti di oltre 100 km/h. Il capitano Class, olandese, ha pregato il Signore che fermasse il vento per operare in sicurezza. In quel momento e per tutta la durata delle operazioni, il vento ha cessato di soffiare, per riprendere subito dopo con tutta la sua potenza. I due marinai a bordo non credenti e alcuni ufficiali della capitaneria non sapevano spiegarsi l’accaduto, ma il capitano Class sì. Come duemila anni fa sulla barca con i discepoli, Gesù Cristo è Signore sopra la natura, attento alla voce dei Suoi!

Salvina e Paolo con i fratelli e le sorelle italiane di Mainz

In ogni città, sapendo che in Germania ci sono grandi comunità d’italiani, Salvina ed io abbiamo cercato di contattare eventuali assemblee di cristiani evangelici del nostro paese.

In Mainz abbiamo avuto il piacere di frequentare la chiesa pentecostale guidata dal Pastore Lionti Salvatore, siciliano, come quasi tutti i membri della piccola e genuina comunità. Salvatore, sua moglie, e tutti gli altri preziosi fratelli e sorelle, nonostante i decenni passati in Germania, non hanno per nulla perso quel calore e l’ospitalità tipica del sud Italia!

Anche qui in Mannheim, abbiamo contattato due chiese evangeliche italiane, tra cui una dei Fratelli, in cui ho avuto il privilegio di predicare.

Concert of prayer in Bonn e evangelizzazione in Mainz

In ognuna delle sei città visitate, nei locali delle chiese locali, la Riverboat ha organizzato delle serate di lode e preghiera per proclamare Gesù Signore sulle città stesse, per pregare per l’unità e il risveglio delle realtà evangeliche, affinché giovani e anziani sentano l’urgenza di vivere e annunciare il Vangelo con il prossimo, ovunque il Signore li chiami.

Dove possibile ci sono state delle evangelizzazioni in piazza con l’utilizzo di flasmob, musica e sketch.

                                                                                                   Salvina e Paolo al lavoro sulla Riverboat

Per quanto concerne i nostri compiti a bordo, Salvina resterà responsabile della lavanderia, mentre io da un mese lavoro in cucina. Sono entrambi lavori molto pratici ma con un risvolto spirituale e morale. Avere la certezza che i propri vestiti saranno puntualmente lavati e profumati, e che all’ora giusta si troverà del buon cibo è, oltre che una dimostrazione d’amore, qualcosa che scalda il cuore, fortifica lo spirito e aiuterà a rendere positiva questa esperienza.

Ringrazia con noi…

  • Per la fedeltà del Signore che ha benedetto e protetto questo ministero!
  • Per la salute e la protezione dell’equipaggio. Ci sono stati alcuni piccoli incidenti e molti con varie forme influenzali, ma niente di grave, grazie a Dio.
  • Per le opportunità di servire le chiese locali in queste sei città (olandesi, tedesche e francese).

Prega con noi…

  • Affinché le chiese e le persone non dimentichino le esperienze, le parole, i miracoli accaduti, come una trama intessuta dal Signore per chiamare e dimostrare il Suo amore.
  • Per i leader di OM che dovranno tirare le fila di questa esperienza pionieristica e capire se, dove e in che modo il Signore vuole che si continui con questo ministero. Le opzioni che hanno davanti sono svariate e richiederebbero grandi investimenti finanziari, è quindi assolutamente necessario che i responsabili chiedano a Dio umiltà, intelligenza e discernimento per comprendere la Sua volontà.
  • Per i molti ragazzi e ragazze, parte dell’equipaggio, che devono ancora decidere cosa fare al termine del loro servizio a bordo. Che siano attenti alla voce del Signore.
  • Che un numero maggiore di credenti in Cristo italiani sentano l’urgenza di impegnarsi in esperienze missionarie a medio e lungo termine lì dove il Signore li chiama. Che le chiese locali e i singoli credenti siano desiderosi di sostenerli in preghiera e finanziariamente.