La stagione dei campi estivi

La stagione dei campi estivi è iniziata! In queste settimane di caldo e vacanze tantissimi monitori e volontari sono impegnati in tutto il Paese con campi e campeggi organizzati da chiese, centri cristiani, organizzazioni missionarie o semplici amici. Il lavoro di queste persone permette a tanti ragazzi di riunirsi per giocare, fare sport, lavoretti, escursioni, gite e tanto altro ancora. In questi campi i ragazzi possono approfondire amicizie, conoscere nuove persone, sentire le storie e le testimonianze dello staff. Spesso possono incontrare ragazzi che sono venuti dall’estero per aiutare ai campi e possono parlare con loro in italiano, in inglese o anche a gesti. 

Il filo conduttore di tutti questi campi è l’insegnamento biblico, che ha un ruolo centrale nelle giornate dei ragazzi e che viene preparato in un modo che possa essere capibile e rilevante per i ragazzi. Tanti credenti hanno preso delle importanti decisioni per il Signore in campi simili e vogliamo cogliere l’occasione per chiedere a tutti di sostenere in preghiera il lavoro che viene fatto attraverso questi campi, che spesso diventano un momento culminante del lavoro fatto da parte dalle famiglie e dalle chiese durante l’anno. 

In queste prime settimane dell’estate abbiamo avuto modo, come OM Italia, di collaborare a più campi e abbiamo potuto sperimentare in prima persona come il Signore operi anche attraverso questi eventi. Abbiamo potuto sperimentare come il Signore segua e abbia cura dei campi più grandi così come di quelli più piccoli, come sia sovrano in ogni situazione, come agisca con potenza aldilà delle nostre aspettative e paure, oltre le nostre speranze e i nostri dubbi. Che bello poter servire il Signore anche attraverso questo tipo di attività! 

“Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo, che un uomo, dopo averlo trovato, nasconde; e per la gioia che ne ha, va e vende tutto quello che ha, e compra quel campo.”

Qui sotto alcuni foto del Summer Camp a Lucca, insieme alla Chiesa Cristiana Evangelica Libera di Lucca: