Nasce una attiva comunità a Pisa

Autore: OM Italia, Christine Lemaire

Nasce una attiva comunità a Pisa

Sono le 18:30 di domenica, in centro a Pisa. Gruppi di due o tre ragazzi stanno entrando in un edificio. Al suo interno, una quindicina di persone sta animatamente parlando davanti ad un piccolo aperitivo. Non si tratta di un incontro di lavoro, ma di un momento storico: l’inizio del primo culto della Chiesa Cristiana La Torre. Durante lo scorso anno un team di persone ha lavorato e pregato per dar vita ad una comunità e per creare una chiesa che potesse essere una testimonianza nella città di Pisa. Un anno dopo, è arrivato il momento di lanciare ufficialmente la chiesa. Tutta la gloria va a Dio, la nostra forte Torre.

Qualche anno fa, una piccola chiesa evangelica nelle vicinanze di Lucca ha deciso di intraprendere un percorso per fondare una nuova chiesa a Pisa. La chiesa di Lucca ha dovuto sacrificare parte della propria congregazione (composta da circa 30 persone) per dar vita a questa nuova chiesa. Ma la visione di raggiungere gli studenti e i pisani con il Vangelo di Gesù Cristo ha reso tutta l’impresa degna di essere vissuta. Già da anni la chiesa di Lucca desiderava fondare una nuova realtà a Pisa. OM Italia ha fin da subito supportato questo progetto e uno dei suoi membri è parte del gruppo fondatore di questa nuova chiesa.

Abbiamo bisogno di più chiese

Pisa è una città con un patrimonio sia storico che scientifico. L’università Scuola Normale di Pisa è famosa in tutta Europa per il suo alto livello d’istruzione. Quasi un terzo della popolazione pisana - all’incirca 50000 persone - sono studenti. La Torre è stata fondata a Pisa proprio con l’obiettivo di raggiungere con il Vangelo di Gesù Cristo gli studenti e i giovani.

Il primo anno di fondazione della nuova chiesa è stato pieno di sfide, scoraggiamenti e dubbi ma allo stesso tempo ricco di benedizioni e di conferme. Una delle domande più difficili posta da atei, evangelici e cattolici è stata: “Ma non ci sono già abbastanza chiese a Pisa?” La risposta è “no”. A Pisa sono presenti solo poche centinaia di cristiani evangelici (tenendo conto anche delle diverse comunità etniche). La risposta della squadra fondatrice è stata semplice e chiara: “Se la chiesa è il mezzo che Dio ha creato per raggiunge le persone, allora abbiamo bisogno di più chiese.”

Creare una comunità

Durante lo scorso anno, il team ha creato una comunità. Inizialmente ogni due settimane si teneva uno studio biblico a casa di Michel, il leader fondatore della Chiesa Cristiana La Torre, durante il quale si cenava insieme e si discuteva della Bibbia. Alcune settimane più tardi, dopo aver concluso il primo capitolo del Vangelo di Marco, il gruppo ha celebrato quel momento cenando insieme in centro a Pisa. Una festa è sempre una buona occasione per inviare nuove persone. E ne sono venute 20! In seguito, ci sono stati altri modi per raggiungere gli studenti e i giovani pisani: una mostra d’arte, lezioni di inglese in un pub, serate open-mic in un bar. Alcuni di questi eventi erano gestiti da OM Italia. In questo modo OM mette a disposizione delle chiese pisane alcune piattaforme che loro stesse posso utilizzare per raggiungere le persone locali. Ogni attività crea un’opportunità per stringere nuove amicizie e invitare le persone a conoscere maggiormente Cristo.

Oggi, ad un anno da quando il seme è stato per la prima volta piantato, il team di base della chiesa è composto da persone provenienti da quattro diverse regioni d’Italia e da quattro diversi Paesi! Dio li ha uniti dando loro lo stesso desiderio di onorare Cristo e di vivere in relazione con Lui. Questa stessa unità è un miracolo di Dio. A fianco al team centrale ci sono diversi gruppi di persone che partecipano alle varie attività. Mentre le relazioni diventano sempre più strette, il team vede come Dio opera nei cuori degli studenti che incontrano, aprendoli sempre più a ricercare una relazione personale con Gesù Cristo.

Diventare una chiesa

Stabilire incontri ufficiali di chiesa è un passo importante poiché rende la chiesa visibile. All’interno del documento che dichiara la visione di chiesa, il team ha scritto: “Iniziando a evangelizzare, saremo in grado di lanciare formalmente l’esistenza della nuova chiesa”. Avere una chiesa che sia visibile, che svolta regolarmente il culto, sarà utile per discepolare i credenti ad avere una vita in Cristo e ad essere loro stessi una testimonianza per gli altri.

Pertanto, oggi, una attiva comunità diventa visibile a Pisa. Il primo culto svolto dalla Chiesa La Torre è stato pieno di gioia e di gratitudine. Durante il suo messaggio, Michel ha spiegato come La Torre faccia chiaramente riferimento alla ben nota torre di Pisa, ma al tempo stesso a Dio, che è la forte torre per gli uomini giusti. Ed essere giusto, prosegue nel suo messaggio, non corrisponde a essere perfetto e a obbedire a tutte le regole, ma significa accettare Cristo come salvatore e onorare Dio.

Rimanere connesso

La nuova chiesa non vuole essere un’ulteriore istituzione, ma desidera rimanere una comunità, grazie al contributo di tutti i suoi membri. Pertanto, alla fine del culto, alle persone viene richiesto di compilare un breve questionario nel quale hanno modo di esprimere la propria opinione riguardo al culto. Le conversazioni vengono portate avanti anche dopo l’incontro, quando le persone decidono spontaneamente di rimanere a cena insieme. Un’altra attiva comunità di seguaci di Gesù sta iniziando ad avere un impatto sulla città di Pisa.