Uscita dalla prostituzione

Suzy* abita in Italia da sei anni. E’ stata trafficata a scopo di prostituzione forzata e costretta a pagare un debito ai trafficanti. Inizialmente non sapeva l’italiano, come tutti gli stranieri quando arrivano in Italia. Suzy aveva completato la scuola media nel suo paese d’origine e lavorato nel settore di xx. Non poteva però dimostrarlo perché nel loro sistema locale non esistono certificazioni.

Ma, quando è arrivata, nonostante Suzy vivesse un disagio per via dello sfruttamento, prese una decisione. La decisione di trovare una via d’uscita dalla sua situazione. Con determinazione, quando conosceva ancora a mala pena l’italiano, accettò ogni opportunità che le si presentava davanti dal corso d’italiano al corso di COLF e HACCP.  Frequentava corsi di cucito, solo per esercitare le sue capacità e migliorarsi, pur sapendo che non c’era un promesso di lavoro disponibile. Si adoperava in tutto guardando avanti a quel momento in cui avrebbe potuto frequentare un corso che le piaceva davvero, in un ambito dove si sentiva adatta a lavorare.


Il corso giusto

Finalmente, dopo 4 anni in Italia, è riuscita ad iscriversi ed essere accettata ad un corso offerto dalla regione per giovani in disoccupazione, nel ambito di ristorazione. Il team OM l’ha potuta seguire ed abbiamo visto la gioia che lo studiare, praticare e imparare cose nuove le portava, come il raccontare dei piatti italiani che imparava a scuola, a volte dimenticando come certi ingredienti si chiamavano. Ma non era importante; ciò che dà un significato a tutto questo è il fatto che Suzy sta fiorendo; sta studiando una cosa per la quale si sente portata e facendo un lavoro adatto a lei.

Lei non ha mai mollato, anche quando la scuola non l'ha aiutata nel cercare un posto per il tirocinio o quando il covid ha fermato tutto nel 2020 e lasciato molti senza lavoro, lei ha continuato a bussare alle porte dei ristoranti finché ha trovato un posto per il tirocinio, e, nonostante i turni di lavoro difficili, non ha mollato.


Il sostegno

Tutto questo l'ha portata a trovare un posto di lavoro anche durante il covid. Non aveva degli amici che lavoravano in quel settore. Come team, anche se avevamo cercato di trovare qualche lavoro tramite i nostri contatti, non c’eravamo riusciti. L'abbiamo aiutata a capire cosa doveva fare, come poter sopportare certe situazioni sul lavoro, abbiamo pregato con lei e l'abbiamo incoraggiata ad andare avanti. Alla fine abbiamo potuto anche celebrare insieme: ci ha preparato una cena di 5 portate per mostrarci tutto ciò che aveva imparato.

Predicare il vangelo è questo: sostenere sia spiritualmente che in pratica. Siamo molto grati a Dio che Suzy, con tanta determinazione e impegno e riuscita a uscire dalla prostituzione. Abbiamo il grande desiderio di aiutare altre persone come lei a fare questo cambiamento. La formazione giusta apre tante possibilita.


Abbiamo bisogno del tuo aiuto!

Per darti un’ idea, in un mese servono:
€ 50 euro trasporto
€ 150 spesa
€ 350 corso
€ 400 affitto
Dona ora, per dare a una vittima di sfruttamento un nuovo inizio. Usa la causale: "nuovo inizio"

* nome cambiato per ragioni di sicurezza

** la donna sulla foto non e Suzy*