Traduzioni a TS: perchè facciamo quel che facciamo

Di Hannah Rueber 

C'è un modo di dire nel mondo del teatro:"Non ci sono ruoli piccoli, solo attori piccoli." Con i cuori che battono insieme a quello di TeenStreet (TS), centinaia di volontari sono essenziali per creare una settimana fantastica allo scopo di cercare Dio nelle nostre vite.  

Un ruolo in particolare, che spesso passa inosservato, è quello dell'interprete. Come una famiglia che lavora insieme, questo gruppo di 20 persone ha l'obbiettivo di far capire i messaggi e le loro applicazioni pratiche ai partecipanti di TS. Dietro le tende del palco, disposti in un semicerchio intorno a un proiettore, 15 persone di diversa nazionalità si siedono in cubicoli costruiti specificamente per tradurre le sessioni in inglese nelle loro lingue natìe. Un 16esimo interprete sta sul palco insieme agli oratori.  

Le traduzioni sono nelle seguenti lingue: Inglese e Tedesco (tradotto sul palco), Fiammingo, Ceco, Danese, Olandese, Faroese, Finlandese, Francese, Greco, Norvegese, Polacco, Portoghese, Russo, Svedese, Turco e, ovviamente, Italiano.  

Gli interpreti vedono l'oratore su uno schermo proiettato, in modo da seguire dal vivo quello che accade dall'altra parte delle tende. Con un paio di cuffie che trasmettono direttamente dal microfono dell'oratore, ogni interprete ripete le parole dell'oratore nella propria lingua (completo di inflessioni della voce, energia e intenzione). Le loro traduzioni raggiungono circa 900 radioline individuali che vengono distribuite a partecipanti specifici.  

Se la maggior parte capisce l'inglese, perchè TS si mette al lavoro per interpretare i sermoni in diverse lingue?  

Nelson Mandela, ex presidente del Sud Africa, disse:"Se parli ad un uomo in una lingua che capisce, arriverai alla sua mente. Se gli parli nella lingua in cui è cresciuto, arriverai al suo cuore."

Lo staff di TS desidera che i partecipanti vengano toccati dalla Parola di Dio e questo avviene in maniera profonda quando ascoltano la Parola nella propria lingua. Abbiamo l'opportunità e la abilità di parlare a questi adolescenti nella loro lingua, che da loro una maggior opportunità di riflessione e di auto-applicazione. Chi non vorrebbe vedere migliaia di adolescenti profondamente colpiti dagli insegnamenti delle Scritture perchè tutti loro le hanno ascoltate nella propria lingua? 

Un grandissimo GRAZIE all'incredibile team di interpreti che aiutano a portare la Parola di Dio agli adolescenti questa settimana!